E-AD, DAS e XAB telematici

 

I documenti elettronici sono la seconda sfida che l’Agenzia delle dogane ha messo in atto a partire del 2011. L’obiettivo e’ quello di eliminare il documento cartaceo, di velocizzare il rientro della terza copia con lo svincolo automatico delle garanzie sul trasporto, semplificare e standardizzare lo scambio dei documenti tra le aziende in regime di sospensione delle accise in ambito nazionale, comunitario e internazionale. I documenti che l’agenzia ha deciso di rendere elettronci sono il DAA, il DAS e l’ XAB e partiranno con date diverse.

  • 1° Gennaio 2010 – il DAA diventa elettronico (E-AD)
    Dal primo gennaio 2010 è entrato in vigore il  DAA telematico. Il nuovo adempimento prevede la trasmissione di invio e ricezione (rientro terza copia) in forma esclusivamente telematica del documento amministrativo di accompagnamento per la circolazione in regime sospensivo dei prodotti soggetti ad accisa, sulla base delle regole e dei tracciati pubblicati sul portale dell’Agenzia delle Dogane.
    Gli unici soggetti che ancora operano secondo la vecchia modalità sono quelli che trattano oli lubrificanti e bitumi, il termine per la telematizzazione del DAA è slittato al 1°gennaio 2017.
  • 1° gennaio 2017 – E-AD Olii e bitumi, DAS e XAB diventano telematici
    La telematizzazione dei documenti non si ferma al DAA, nei prossimi mesi verranno telematizzati anche altri documenti di accompagnamento della merce.
    Sono infatti previsti anche DAS e XAB telematici, infatti con determinazione prot. N. 144415/RU del 24/12/2014, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha stabilito il differimento al 1° gennaio 2017 dei termini per l’adozione dei documenti di accompagnamento in forma elettronica, relativamente alla circolazione dei prodotti assoggettati ad accisa (DAS) e alla circolazione degli oli lubrificanti e dei bitumi di petrolio.

 

Come funzionano i documenti elettronici ?
In pratica la telematizzazione dei documenti porterà a non pre-vidimare i moduli all’agenzia delle dogane grazie all’assegnazione in tempo reale di un codice denominato ARC.
Per i DAA elettronici, la messa in circolazione della merce non potrà essere intrapresa fintanto che il Mittente non avrà completato le operazioni di invio telematico del documento richiedendo il relativo codice ARC, che contraddistingue ogni singola spedizione, da comunicare al vettore responsabile del trasporto.
Di conseguenza il destinatario della spedizione (RICEVITORE), entro 5 giorni lavorativi dal ricevimento della merce avrà l’onere di trasmettere in forma telematica un flusso di risposta al DAA telematico ricevuto (NOTA DI RICEVIMENTO), recante il riferimento al codice ARC identificativo della spedizione, che determinerà il reintegro immediato della garanzia impegnata al mittente.

 

Il software TAWeb eì gia’ pronto per questa nuova sfida. Il modulo dei documenti consente in pochi click di poter creare, spedire, ricevere, rettificare e ricevere gli esiti all’agenzia delle dogane il tutto grazie ad automatismi avanzati di cui dispone. Inoltre si possono schedulare degli automatismi che scaricano gli E-AD ricevuti con un alert inviato tramite e-mail.

 

Settori coinvolti:
– Alcoli
– Prodotti energetici
– Tabacchi